• en
  • it

Second Work Life

Un servizio innovativo di supporto al riposizionamento delle persone all'interno e all'esterno dell'azienda.

secondlife

Efficienza e valorizzazione delle risorse a disposizione sono tra le sfide più impegnative per le aziende di oggi, ma lo sono anche concetti quali “responsabilità sociale” e “rispetto delle persone”…

Come fare allora per coniugare le esigenze di business e di riorganizzazione aziendale con la necessità di agire in modo etico e attento alle esigenze dei propri dipendenti?”

Second Work Life è un servizio che risponde contemporaneamente a due obiettivi principali:

  • favorire una nuova competitività aziendale
  • garantire una rinnovata soddisfazione personale e professionale dei singoli

Questi obiettivi possono essere realizzati sia in chiave di mobilità interna sia in chiave di necessario ridimensionamento della popolazione aziendale, quindi di mobilità verso l’esterno.

Second Work Life non è un classico servizio di outplacement.

La sua filosofia di base è infatti quella di andare a rilevare, per ogni persona, non solo le competenze professionali acquisite in anni di lavoro ma anche, e soprattutto caratteristiche personali e abilità acquisite nella vita extra-lavorativa (life skills) che possano essere utili per il successo e la soddisfazione professionale dei singoli.

Ognuno di noi ha inoltre una propria sfera di confort, favorita da un insieme di variabili ambientali e psicologiche che ci permettono di dare il meglio di noi, all’interno e all’esterno della vita professionale: Second Work Life permette alle persone di prendere consapevolezza di queste variabili e di poter pianificare i propri progetti futuri favorendo benessere e gratificazione profonde.

Attraverso colloqui one to one con esperti Methodos ad orientamento psicologico, all’utilizzo di interviste evocative e a test di personalità, gli individui sono guidati nella riscoperta di capacità e desideri “dimenticati” o mai collegati alla propria sfera professionale e di caratteristiche vincenti del proprio modo di agire.

Questo percorso di “scoperta” permette ai singoli di immaginare un ruolo diverso da ricoprire con maggiore efficacia all’interno della propria azienda o, in caso di uscita dall’organizzazione, identificare un ambito di lavoro anche diverso dall’attuale, che sia più gratificante, motivante e realmente desiderato, così da dare inizio ad una vera e propria “Seconda Vita Professionale” basata sulle proprie caratteristiche vincenti e sulle proprie passioni.

Second Work Life rappresenta quindi:

  • per i singoli, un’occasione per affrontare meglio una situazione difficile e caratterizzata dall’incertezza propria del cambiamento
  • per l’azienda una modalità per gestire la ridondanza organizzativa e la ristrutturazione non venendo meno ai propri valori e salvaguardando le persone, grazie ad un “approccio etico” e attento alle esigenze e ai vissuti individuali.

Sul Corriere della Sera del 14 settembre 2012 si parla di Second Work Life come innovazione che supera i modelli tradizionali di outplacement.

I test utilizzati

La Flow State Scale

La Flow State Scale, messa a punto a metà degli anni Novanta da Jackson e Marsh, ricercatori della University of Queensland (Brisbane, Australia), è stata tradotta e adattata al contesto italiano da un gruppo di lavoro coordinato da Marisa Muzio. Dopo avere coinvolto più di mille sportivi di alto livello, lo strumento è stato studiato anche in chiave organizzativa e aziendale, ambito in cui trova ampi ed interessanti spazi di applicazione.

La Flow State Scale permette di rilevare quali sono le condizioni ottimali che portano la persona a raggiungere il suo stato di flow – quindi di motivazione, energia, benessere e massima performance.

È composta da 36 item a risposta multipla e si sviluppa su 9 dimensioni: equilibrio tra sfida e abilità, unione tra azione e coscienza, mete chiare, feedback immediato, concentrazione sul compito, senso di controllo, perdita di autoconsapevolezza, destrutturazione del tempo, esperienza autotelica (gratificante in sé).

 

Il questionario LIFO® 

Il questionario LIFO® è alla base delMetodo LIFO®, che fornisce gli strumenti per comprendere i nostri bisogni prioritari e per gestire al meglio le nostre doti e qualità personali.
Consente di essere più efficaci in ciascuna delle tre tipiche situazioni:

Noi da soli, individualmente
Efficacia personale

Noi insieme ad altre persone determinanti
Comunicazione interpersonale

Noi e gli altri nei gruppi
Team working