CRÉDIT AGRICOLE

Green Life

IL CONTESTO

Crédit Agricole ha costruito due nuovi edifici a Parma, riqualificando l’area del vecchio centro servizi, il “Cavagnari”. Il nuovo quartier generale ha creato l’opportunità di introdurre nuovi modi di lavorare e nuovi comportamenti focalizzati sul “cliente al centro”. I nuovi edifici sono caratterizzati da open space, numerose sale meeting, spazi di lavoro informali e una mensa rinnovata.

OBIETTIVI

L’intervento puntava a supportare il team di progetto di Crédit Agricole attraverso la partecipazione attiva ai meeting strategici e al coinvolgimento continuo del Top Management.

FORMAT E CONTENUTI

Coinvolgere più di 1.500 persone in un grande cambiamento che avrebbe portato a una nuova articolazione degli spazi, a nuovi modi di lavorare e a nuovi comportamenti: era opportuno utilizzare lo Smart Working Model: Employee Journey Experience™ di Methodos. Siamo partiti da una scelta innovativa e abbiamo creato uno smart space dove 70 pionier di differenti funzioni organizzative potevano testare per primi i nuovi arredi e un nuovo modo di lavorare smart. In seguito, sono stati coinvolti 80 ambassador per agevolare il trasloco e supportare il gruppo di lavoro nella fase di test o per raccogliere commenti dalle persone. Uno degli elementi chiave del progetto è stato consentire alle persone di comprendere la pratica di Activity Based Working, che consiste nell’essere liberi di scegliere la postazione di lavoro a seconda dell’attività da svolgere. In questo modo, il posto fisico diventa una scelta da fare e non più un obbligo da seguire. Ci sono state molte sfide da affrontare in un viaggio come questo in Crédit Agricole; il fattore più importante per ottenere successo è stato il cambiamento dei leader stessi. Questi sono stati chiamati ad andare oltre la consueta abitudine al controllo della presenza degli impiegati in ufficio e a spostarsi verso una gestione delle attività delle persone basata sulla definizione degli obiettivi, sulla fiducia e sulla delega.

RISULTATI

Il progetto ha integrato perfettamente tutte le leve di change management applicate allo smart working (comunicazione, formazione, policy HR, spazi e  gestione della mobilità). Il suo successo è stato il risultato di uno sforzo corale da parte dei un team che ha lavorato incessantemente sul progetto in tutte le sue fasi. Il progetto ha rappresentato un modello di apprendimento per l’organizzazione intera nella gestione dei progetti per una popolazione di questa misura e su questi temi. Come risultato chiave, Green Life vanta oggi il coinvolgimento e la soddisfazione delle persone sui principali assi del progetto, quali sostenibilità (in termini di consumo di carta), mobilità (per esempio accompagnare le persone verso un uso più consapevole di forme alternative di mobilità sostenibile e car pooling), e in termini di esperienza dei clienti e fornitori.